CALCOLATORI FINANZIARI

CALCOLO E VERIFICA IBAN

  Calcolo IBAN          Verifica IBAN

Nei due riquadri sottostanti avete la possibilità di calcolare l'IBAN relativo al vostro Conto Corrente ed anche di verificare l'esattezza formale di un IBAN di terzi. Per la costruzione dell'IBAN è necessario fornire i dati corretti del codice ABI, del codice CAB e del numero di Conto Corrente di 12 caratteri. In fondo alla pagina troverete maggiori dettagli su IBAN, CIN e BBAN.

I dati da voi inseriti non saranno memorizzati né saranno forniti a terze parti. La funzione di generazione dell'IBAN resa disponibile in questa pagina viene fornita così come è, senza alcuna responsabilità da parte nostra in merito alla qualità e validità dei codici generati. In ogni caso, per essere certi di sapere il corretto IBAN rivolgersi alla propria banca (alcune banche inseriscono nel numero di conto corrente dei codici aggiuntivi che qualificano meglio il cliente).

CALCOLO IBAN
Inserire Codice ABI          
Inserire Codice CAB          
Inserire numero Conto Corrente          
       
CIN Risultante          
BBAN Risultante          
IBAN Risultante          
VERIFICA IBAN
Verifica dei codici IBAN valido solo per i codici italiani . Si ricorda che il codice è stato introdotto in tutti i paesi europei e per l'Italia ha una lunghezza di 27 caratteri.

Inserire Codice IBAN da verificare          
Risultato della verifica          
CIN        ABI        CAB       C/C   
VERIFICA BANCA
Se si ha la necessità di verificare anche l'Istituto Bancario, l'agenzia e la località relativa a questo IBAN, cliccando sul tasto INVIA sottostante si aprirà una nuova pagina con tutti i dettagli !
ABI   
CAB   
Servizio cortesemente fornito da www.abi.cab.banche.meglio.it
Maggiori informazioni su IBAN

Al fine di facilitare l'interscambio fra banche ed identificare con certezza le coordinate bancarie di un Conto Corrente, l'ECBS (European Commettee for Banking Standards) ha standardizzato il formato con cui sono identificati i Conti Correnti imponendo l'utilizzo del formato IBAN, adottato da tutti i paesi europei. Vediamo di seguito alcuni dettagli legati all'IBAN.
IBAN

BBAN
Già da gennaio del 2003 il sistema bancario italiano, in vista del futuro utilizzo dell'IBAN, aveva adottato il BBAN (Basic Bank Account Number) che è un sottoinsieme dell'IBAN. Il BBAN è un campo alfanumerico di 23 caratteri che identifica le coordinate di un conto corrente all'interno di un paese (nel nostro caso l'Italia). Per gli altri paesi europei il campo ha lunghezze diverse. Con l'introduzione del BBAN abbiamo anche cominciato ad usare il CIN.

CIN
Il CIN (Control Internal Number) è un carattere di controllo che serve a verificare la corretta trascrizione dei successivi 22 caratteri, che identificano ABI, CAB e Conto Corrente.

IBAN
Il Codice IBAN (International Bank Account Number), già usato per i bonifici esteri, è diventato obbligatorio dal 1 Gennaio 2008 anche per i bonifici nazionali, sostituendo le tradizionali coordinate bancarie (ABI, CAB, Numero C/C). A partire dal 1 giugno 2008, i bonifici disposti senza indicare il codice IBAN avranno tempi di esecuzione e costi maggiori. Per l'Italia l'IBAN è lungo 27 caratteri ed è composto dal BBAN a cui vengono aggiunti IT per Italia e due cifre (CIN IBAN) che consentono di verificare la validità del codice a livello europeo. Per altri paesi europei la lunghezza dell'IBAN varia da 15 caratteri della Norvegia fino a 31 di Malta. Per i bonifici verso paesi al di fuori dell'Unione Europea (esclusi Svizzera, Liechtenstein, Islanda e Norvegia, che si sono uniformati allo standard IBAN) è preferibile utilizzare anche il codice BIC (Bank Identifier Code).
Per l'utilizzo informatico l'IBAN deve essere inserito con caratteri contigui, mentre nella rappresentazione cartacea viene spesso rappresentato spezzettato in gruppi di 4 lettere.

BIC
Il BIC (Bank Identifier Code) è un codice (codice SWIFT) utilizzato nei pagamenti internazionale per identificare la Banca del beneficiario; è disponibile praticamente per quasi tutte le banche del mondo e può essere formato da 8 o da 11 caratteri alfanumerici. Il BIC è necessario per i pagamenti diretti ai paesi che non hanno aderito alla convenzione IBAN. Ricordiamo che l'IBAN è utilizzato in tutti i Paesi dell'Unione Europea, nei Paesi EFTA (Islanda, Norvegia, Liechtenstein e Svizzera) ed anche in diversi Paesi extraeuropei.
 
CALCOLATRICE